Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  





Luoghi della cultura
 
Tipologia:
Testo da cercare:
 
 

 Salerno - Museo Archeologico Provinciale - Complesso San Benedetto - Via San Benedetto - Salerno

Risultati immagini per museo archeologico provinciale

 

 

Istituito nel 1927 e allestito dal 1964 nel pluristratificato complesso storico di San Benedetto, accoglie una ricchissima documentazione dell'intera provincia di Salerno dalla preistoria al tardoantico.

Mentre nel Lapidario-giardino statue, rilievi figurati e basi onorarie provengono per la maggior parte dalla Salerno romana, all'interno, al piano inferiore, sono illustrate le principali correnti culturali che improntarono la Campania, e in particolare il Salernitano, fin dalla prima età del Ferro, X secolo a. C., connotando tale area da sempre come crocevia di popoli e cerniera di diverse etnie.

In posizione di spicco è il corredo della tomba principesca di Roscigno, tra la piana di Paestum e il Vallo di Diano, databile tra la fine del V e l'inizio del IV secolo avanti Cristo, costituito da oltre quaranta oggetti, fra cui un kantharos d'argento decorato e una corona d'argento e oro.
Emergente è ancora una serie di collane e altri monili in ambra, accompagnata da avorio e pasta vitrea, con vaghi conformati a testine femminili o di sileno, del V e IV secolo avanti Cristo, da vari siti del Salernitano; notevole anche una tomba da Oliveto Citra, pressoché coeva a quella da Roscigno, il cui scavo nel 1929 è stato integralmente ricostruito con l'esposizione anche dello stesso scheletro del defunto, un adulto maschio giovane.

Il piano superiore accoglie la documentazione da Salerno città, costituita in buona parte dai reperti dall’abitato e dalla necropoli del centro preromano di Fratte, sobborgo a NE della città, che nasce nel VI secolo avanti Cristo: notevole il corpus attico di vasi dalle tombe arcaiche e classiche. Ben rappresentata è anche la città romana di Salernum, fondata all'inizio del II secolo avanti Cristo, emersa dal riordino dei ricchi depositi. Intervento che sta consentendo di ripercorrere l’inizio delle indagini archeologiche nel Salernitano intraprese dallo stesso Museo all’indomani della sua nascita, accompagnate nel decennio 1928-’38 da donazioni, lasciti e acquisti che provocarono un rapido incremento delle collezioni. Tale operazione ha restituito, tra l’altro, alla Salerno romana una ingentissima quantità di lucerne riferibili ad una officina attiva nella città tra il I e il II secolo dopo Cristo.

Testo di Matilde Romito

Orari:
dal martedì al sabato dalle 8,00 alle 13,15 e dalle 14,00 alle 15,00.

Chiusura:
Lunedì

http://museibiblioteche.provincia.salerno.it/museo_archeologico_salerno/archeo_salerno.htm

Museo Archeologico Provinciale
Complesso San Benedetto - Via San Benedetto
Salerno




« Torna ai luoghi della cultura

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei Corsi



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2018 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata