Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  





Luoghi della cultura
 
Tipologia:
Provincia:
Comune:
Testo da cercare:
 
 

 Salerno - Duomo di San Matteo - via Duomo - 84125 Salerno

DuomoIl Duomo di Salerno viene fondato per volontà di Roberto il Guiscardo a partire dal 1076, anno della conquista della città di Salerno da parte dei Normanni, dopo un assedio durato sette mesi.
La chiesa è dedicata a S. Matteo Evangelista e sorge presso la sepoltura del santo, su un’area precedentemente occupata dalle chiese di S. Maria degli Angeli e S. Giovanni Battista.cripta

 

Il portale di ingresso conduce all’atrio 36 x 33 metri, costituito da 28 colonne di età classica aventi capitelli differenti l’uno dall’altro. Il loggiato dell’ordine superiore è caratterizzato da bifore e pentafore recanti decorazioni in pietra nera e tarsie policrome.

 

 

Il Campanile, alto 52 metri circa, avente una base di 10 metri per lato, innalzato alla metà del XII secolo per volontà di Guglielmo da Ravenna, arcivescovo in città, si articola in quattro ordini di bifore, mentre il tiburio a cupola è decorato da archetti intrecciati su colonnine di granito.particolare duomo

 

La facciata interna, attraverso la quale si accede alla aula religiosa, è realizzata in tufo nero e pietra calcarea e presenta una iscrizione con la quale il duca Roberto, Imperatore Massimo, ascrive a sé la spesa per la costruzione del duomo. La porta in bronzo che dà accesso alla chiesa è stata lavorata a Costantinopoli, ed è composta da 54 formelle disposte in nove registri orizzontali e sei verticali.

 

La pianta della chiesa, 79 metri x 32 circa,  ha affinità con gli impianti basilicali dei primi secoli del Cristianesimo: è preceduta da un atrio porticato, mentre l’aula si articola in tre navate separate da due file di colonne. Il transetto - su cui si affacciano tre absidi decorate a mosaico - si trova in posizione sopraelevata per la presenza, nella cripta, delle spoglie di S. Matteo e di altri Santi, martiri originari della città di Salerno.
L’arcivescovo Romualdo I Guarna commissiona, circa un secolo più tardi, la realizzazione del pavimento a mosaico nella zona presbiteriale, caratterizzato da tessere marmoree che compongono motivi geometrici.

Duomo2

Due maestosi amboni caratterizzano la navata principale.
Il primo, detto ambone Guarna, si trova sul lato sinistro della navata, guardando l’altare, e fu donato dall’arcivescovo Romualdo II Guarna nella seconda metà del XII secolo. Esso ha pianta quadrangolare e poggia su quattro colonne, decorate da elementi fitomorfi e antropomorfi. Al di sopra degli archi due bassorilievi raffigurano l’angelo che regge il Vangelo simbolo di S. Matteo e l’aquila simbolo di S. Giovanni.Campanile

 

Sul lato opposto è ubicato l’ambone d’Ajello, rettangolare, di dimensioni doppie rispetto al primo. Esso poggia su 12 colonne a fusto liscio, decorate da capitelli floreali e zoomorfi. I lettorini presentano due gruppi scultorei, il primo raffigura un’aquila che attacca un uomo trattenuto da un serpente, il secondo due giovani su due leoni. Un terzo elemento scultoreo di rilievo si trova presso il pulpito: è il cereo pasquale, retto da quattro leoni. Il candelabro è ornato da tre fasce successive scultoree e a mosaico. La parte più alta mostra la danza di uomini, donne e fiere.

 

L’aspetto attuale del duomo deriva dagli interventi realizzati in età barocca. Dopo il terremoto del 5 giugno 1688, infatti, vi operò l’architetto Guglielmelli e, pochi decenni più tardi, intervenne anche l’architetto romano Carlo Buratti. Agli stessi anni risale anche il rifacimento della copertura della navata, realizzato su progetto di Ferdinando Sanfelice. Isidoro Sanchez Luna, infine, è l’autore della facciata di ingresso alla chiesa.

 


Testo di MP Mirabilia srl

Duomo di San Matteo
via Duomo
84125 Salerno

 




« Torna ai luoghi della cultura

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2019 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata