Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  




MINORI (SA) - Archeologia narrata: la villa romana di Minori nel I sec. d.C


mosaico del toro villa romana di Minori

 

La maratona continua: la cultura non si ferma. Ogni  giorno nuovi  video dai #museiitaliani

Il primo impianto della villa romana di Minori (Sa) risale all'inizio del I sec. d. C. Il complesso marittimo è realizzato sulla base di un progetto che, adattandosi al pendio naturale del fondo valle, disponeva la struttura su terrazze degradanti verso il mare.

Della villa, costruita su due livelli, si conserva attualmente il corpo centrale su entrambi i piani. Il livello inferiore è diviso in due nuclei da un vasto ambiente centrale con funzioni di sala banchetto, il triclinio, e altri ambienti ornati di stucchi e resti di affreschi, organizzati intorno al viridarium, un vasto spazio scoperto coltivato a giardino circondato da un porticato su tre lati. Nella sala triclinare sono attestate due fasi costruttive, la seconda risalente a una ristrutturazione del III sec d.C., quando davanti e al centro dei letti triclinari vennero posti in opera due pavimenti con mosaici con scene di caccia e un corteo marino. Nel corso del III sec. d.C. vennero restaurati anche gli ambienti termali annessi al complesso, il tepidarium, il calidarium e il praefurnium, tutti posti al piano terra.

Al piano superiore si accedeva mediante due scalinate, di cui quella occidentale si è conservata completamente. Attualmente al piano superiore della villa è presente l’antiquarium, che raccoglie pitture e materiale di epoca romana rinvenuto in altre ville della zona.

Il video propone un'ipotesi ricostruttiva del viridarium e del prospetto dal mare della villa di Minori, cercando di rendere comprensibile la lettura degli attuali resti archeologici e il rapporto con l’acqua che la villa aveva intorno al I sec. d.C., oggi irrimediabilmente compromesso.

VIDEO



« Torna a tutte le notizie

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2019 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata