Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  




SALERNO - Cattedrale di San Matteo. La loggia barocca #laculturanonsiferma


cattedrale san matteo 16 atrio loggia barocca

 

Il lato addossato alla facciata della chiesa corrisponde alla trasformazione operata dall’arcivescovo Fabrizio de Capua 1730-38. La parte superiore è stata trasformata in un’ampia terrazza, ottenuta abbattendo la struttura romanica con tetto a falda unica. Il fronte così liberato è stato decorato da una semplice balaustrata con pilastrini e sette basi di appoggio per statue, replicando una soluzione di tipo berniniano.

Le statue commissionate furono sette, ma solo tre sono state quelle realizzate e raffigurano San Matteo, al centro, e ai lati San Bonosio e San Grammazio. L’autore è Matteo Bottigliero, il cui nome è inciso sul piedistallo centrale. Egli è stato uno dei principali esponenti della scultura barocca napoletana della prima metà del Settecento.

La prima statua realizzata è quella di san Matteo al costo di trecento ducati e consegnata entro settembre 1737, a cui seguì la seconda nel 1738 e la terza solo di qualche anno dopo. La statua di san Matteo esprime livelli qualitativi alti, recuperando alcuni aspetti del suo maestro Lorenzo Vaccaro e del figlio Domenico Antonio, con cui lo scultore manteneva una stretta collaborazione.

Antonio Braca, Guida illustrata alla Cattedrale di San Matteo, 2018 by Opera edizioni, Salerno

Fotografia di Vincenzo D'Antonio



« Torna a tutte le notizie

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2019 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata