Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  


SALERNO - Cattedrale di san Matteo. Navata centrale, il coro ligneo #laculturanonsiferma


cattedrale san matteo 27 navata centrale

 

L’interno del coro è ricoperto lungo tutto il perimetro dagli stalli lignei donati dall’arcivescovo Girolamo Seripando 1554- 63, in sostituzione di un altro più antico. La sua struttura attuale risente di molteplici mutilazioni e adeguamenti avvenute nel tempo, di cui è documentata quella dei primi decenni del Settecento quando furono segati alcuni stalli per l’ampliamento dei pilastri laterali.

Dai documenti di commissione si viene a sapere che, in origine, era composto di ben 46 posti con vari elementi di completamento come le portelle che chiudevano da ambo i lati il recinto, un mobile per la conservazione dei libri sacri, un lettorino e la sedia arcivescovile, tutti pezzi scomparsi. Oggi, è composto di 36 stalli superiori e 24 inferiori distribuiti simmetricamente su ambo i lati. Alcune spalliere sono scolpite a rilievo, due con lo stemma dell’arcivescovo Seripando, una con quello del casato dei reali di Spagna ed un altro ancora con l’immagine di San Matteo con l’angelo.

Nel panorama dell’arredo ligneo liturgico il coro della cattedrale occupa un posto non secondario in quanto costituisce, nonostante le lacune e le manomissioni, una delle prime opere in intaglio conosciute e documentate in Campania.

Antonio Braca, Guida illustrata alla Cattedrale di San Matteo, 2018 by Opera edizioni, Salerno

Foto di Michele Calocero



« Torna a tutte le notizie

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino. Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it
Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2021 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata  
Sviluppo sito sino al 2014 a cura di dal 2015 -->Giancarlo Buzzanca - DG-OR