Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  




SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La sacrestia #laculturanonsiferma


cattedrale san matteo 47 la sacrestia

 

Sul lato sinistro del transetto, si trovano la sacrestia ed un’altra serie di corpi di fabbrica non originari ma aggiunti nel corso dei secoli. Durante l’episcopato di Girolamo Seripando 1554-63 fu avviata la costruzione sia della sacrestia sia della cappella delle reliquie, ad essa collegata. Alla morte dell'arcivescovo, avvenuta durante il Concilio di Trento nel 1563, il progetto fu portato a termine dal suo successore Gaspare Cervantes 1564-68.

Essa è costituita da un ampio vano dalla volta sensibilmente elevata. Le porte lignee furono donate da mons. Gregorio Carafa, sulle quali sono scolpiti i suoi stemmi. Nel 1771 la volta fu coperta di stucco, mentre un secolo dopo l’arcivescovo Antonio Salomone commissionò il pavimento che si vede ancora oggi. L’arredo è molto scarno con un lungo mobile a parete in noce, di fattura recente, ed alcune panche.

Sulla parete orientale, dopo i restauri degli anni Trenta del XX secolo, è stato trasferito l’altare di Sant’Anna, originariamente nella cappella di Bonaventura Poerio 1697-1722. Della struttura sono originari, però, solo i pannelli laterali in marmo dove sono scolpiti gli stemmi del Poerio e quello dell’Ordine francescano. Il dipinto dell’altare raffigura L’apparizione della Vergine con il Bambino e sant’Anna a Sant’Antonio, individuata come opera tarda di Mattia Preti con la collaborazione di aiuti in virtù di un dipinto identico proveniente da Taverna in Calabria, patria sia del pittore sia dell’arcivescovo.

Antonio Braca, Guida illustrata alla Cattedrale di San Matteo, 2018 by Opera edizioni, Salerno

Fotografia di Vincenzo D’Antonio

 



« Torna a tutte le notizie

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2019 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata