Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  





Tutte le notizie
017 novembre 2020 - BUCCINO (SA) - Da Mezzogiorno Italia Altre notizie dal Tgr Rai Campania ultime
La città museo sotto le cui case sono custoditi i resti di Volcei, riemersi durante il terremoto del 1980. Da Mezzogiorno Italia Altre notizie dal Tgr Rai Campania 
[continua a leggere]

017 novembre 2020 - PALOMONTE (SA) - Il grano e il pane ultime
Il Progetto Storie di PiantaGrani,  promosso dal settore demoetnoantropologico e beni immateriali della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino e pubblicato nella rubrica visioni dai territori dall’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale – MIBACT , è stato prodotto all’interno del progetto PiantaGrani, un contenitore narrativo che riguarda il cibo, il territorio e tutte le forme, tra cui l’arte, che collegano cibo, ritualità e tradizione e nasce e si svi
[continua a leggere]

016 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa Santa Maria de Lama. Affreschi XI sec. #laculturanonsiferma ultime
    Gli affreschi della prima fase, stilisticamente omogenei, rappresentano una teoria di santi, dei quali sono riconoscibili solo due, san Bartolomeo e sant’ Andrea, mentre degli altri si individuano solo due metà ed una testa. La fattura dei dipinti denota, per l'epoca, un alto livello qualitativo, dove le forme rudi e robuste dei santi non scadono mai nelle approssimazioni e nelle ingenuità di altri cicli pittorici altomedievali. Le immagini esprimono una netta bidimensionalità resa da una tecn
[continua a leggere]

016 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa Santa Maria de Lama. Ribaltamento della pianta della cripta verso est e affreschi della seconda fase XIII sec. #laculturanonsiferma ultime
  La configurazione della cripta, allo stato attuale, denota uno stretto rapporto statico con la chiesa superiore, che è divisa in tre navatelle. La navata centrale, infatti, è sorretta dalle tre colonne dell'ipogeo, mentre i colonnati laterali sono in asse con le pareti del vano sottostante e le mura perimetrali poggiano a nord sul terrapieno e a sud sull'ampliamento delle strutture. Una simile disposizione si legge ad occhio nudo osservando i rinforzi delle murature nella chiesa inferiore. Ciò significa
[continua a leggere]

016 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa Santa Maria de Lama. Affreschi fine XV sec. #laculturanonsiferma ultime
    La storia della chiesa successiva al XIII sec. è quasi tutta legata ai documenti cartacei, anch'essi non privi di interesse per ricostruire le vicende moderne. In facciata le finestre hanno una forma ad arco acuto, riconducibile, però, alla cultura gotica del tardo XIV secolo. Proprio in questo periodo, nel 1377, avviene la cessione della chiesa all'arcivescovo, come è riportato in una pergamena dell'Archivio diocesano . Certamente successivi sono due affreschi dipinti sulle prime colonne di
[continua a leggere]

12 novembre 2020 - Decreto di annullamento della procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione nell’ambito dell’attività di catalogazione – Progetto Art Bonus: La moneta a Elea/Velia – Progetto di restauro, studio e valorizzazione ultime
Decreto di annullamento della procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione nell’ambito dell’attività di catalogazione – Progetto Art Bonus: La moneta a Elea/Velia – Progetto di restauro, studio e valorizzazione.   Decreto di annullamento
[continua a leggere]

012 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa Santa Maria de Lama. Ipogeo #laculturanonsiferma ultime
  L’ipogeo si presenta come un vano rettangolare orientato verso Est, diviso da una fila di tre colonne in due navatelle terminanti con due absidiole irregolari, con una decorazione diffusa di affreschi di santi. Sul lato nord, inoltre, esiste una terza abside, in parte tamponata, che indica una fase preesistente avvalorata dalla presenza, nell'angolo NE, di altri e diversi affreschi, che in precedenza erano nascosti da un muro di rinforzo. Quest’insieme delinea un quadro abbastanza chiaro delle fasi di costruzione.I di
[continua a leggere]

011 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa Santa Maria de Lama #laculturanonsiferma ultime
  Santa Maria de Lama, collocata sui gradoni omonimi che da via Tasso conducono a Largo Campo, conserva le uniche testimonianze di pittura del periodo longobardo di Salerno, di cui si ignorava l’esistenza. La sua datazione originaria va collocata al secondo quarto dell’XI secolo in quanto il primo documento certo risale al 1055 e vi si legge che i proprietari sono membri dell’aristocrazia longobarda. Se ne deduce, come già aveva proposto il Delogu, che si tratta di un edificio di culto nobiliare, longobardo. O
[continua a leggere]

011 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa di San Giorgio. Altare maggiore #laculturanonsiferma ultime
  Dopo il terremoto del 1688 inizia una campagna di rinnovamento che coinvolge sia la chiesa sia il monastero. Nel 1694 la stessa badessa Isabella Pinto commissiona l’indoratura dell’intera chiesa al maestro Nicola D’Acunto di Vietri sul Mare .  Nel 1697 allo scultore Matteo Fumo vengono commissionati busti lignei delle tre sante Tecla, Archelaa e Susanna, che ancora oggi si conservano nel vestibolo. Nel 1702 i fratelli marmorari carraresi Bartolomeo e Pietro Ghetti realizzano il lavamano per la sacrestia della
[continua a leggere]

010 novembre 2020 - SALERNO - Chiesa di San Giorgio: Opere d’arte #laculturanonsiferma ultime
Foto Vincenzo D'Antonio Al primo decennio del Settecento va datato l’affresco di Michele Ricciardi raffigurante La visione di sant’Idelfonso. L’opera più antica è la tavola di Andrea Sabatini, datata 1523, raffigurante La Vergine con il Bambino e santi e una suora orante, collocata su uno degli altari a destra. Si tratta di un dipinto che, nonostante i richiami raffaelleschi, denuncia ancora fresco l’interesse per l svolta manierista di qualche anno prima nella Madonna di Costantinopoli del Museo D
[continua a leggere]
878 notizie presenti.

Pagine - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 »»

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2019 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata