Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  



Tutte le notizie
018 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale san Matteo. La Cappella del Tesoro: statue d’argento ultime
  Le statue d’argento sono cinque e vengono portate in processione ogni anno durante le celebrazioni patronali. La più importante è certamente quella di San Matteo, opera dell’argentiere napoletano Nicola de Aula, datata 1691. Seguono le tre statue dei santi martiri. Quelle di S. Caio e S. Anthes sono state realizzate dagli argentieri Benedetto Monaco e Tommaso Rivaldi nel 1706, mentre quella di S. Fortunato dal solo Rivaldi nel 1710. Quest’ultima oltre al punzone dell’argentiere è stato rile
[continua a leggere]

018 settembre 2020 - SICIGNANO DEGLI ALBURNI (SA) - Ritorna all'antico splendore la fontana monumentale del XVI sec. ultime
                                    Inaugurata, dopo il restauro, la monumentale Fontana  del XVI secolo di Piazza Umberto I a Sicignano degli Alburni (SA).     COMUNICATO STAMPA
[continua a leggere]

017 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La Basilica superiore: Cappella del Tesoro #laculturanonsiferma ultime
  Attraverso una porticina all’interno della sacrestia si accede alla Cappella del Tesoro, in origine detta anche delle Reliquie o Reliquiario. Il termine tesoro, infatti, è riferito non tanto ai preziosi quanto ai resti dei santi. Da questo punto di vista, probabilmente, è uno dei posti più sacri dell’intera cattedrale.Come la sacrestia fu portata a termine dall’arcivescovo Cervantes alla metà degli anni Sessanta del Cinquecento. Essa è costituita da un piccolo ambiente molto raccolt
[continua a leggere]

016 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La sacrestia: il Convito di Assalonne #laculturanonsiferma ultime
  Sulla parete a lato della porta della sacrestia si trova un notevole dipinto raffigurante il Convito di Assalonne, la cui attribuzione è passata da Mattia Preti a Michele Ricciardi, fino ad Andrea Malinconico. La datazione del dipinto andrebbe collocata agli anni Ottanta del XVII secolo. Antonio Braca, Guida illustrata alla Cattedrale di San Matteo, 2018 by Opera edizioni, Salerno Fotografia di Corradino Pellecchia
[continua a leggere]

016 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La sacrestia #laculturanonsiferma ultime
  Sul lato sinistro del transetto, si trovano la sacrestia ed un’altra serie di corpi di fabbrica non originari ma aggiunti nel corso dei secoli. Durante l’episcopato di Girolamo Seripando 1554-63 fu avviata la costruzione sia della sacrestia sia della cappella delle reliquie, ad essa collegata. Alla morte dell'arcivescovo, avvenuta durante il Concilio di Trento nel 1563, il progetto fu portato a termine dal suo successore Gaspare Cervantes 1564-68. Essa è costituita da un ampio vano dalla volta sensibilmente el
[continua a leggere]

016 settembre 2020 - ATRIPALDA (SA) - Trilogia "Antigone Elettra Medea: l'intimo dissenso della modernità " al Parco Archeologico dell'antica Abellinum ultime
  Sabato 19 settembre alle ore 20.00 ad Atripalda (AV), al parco archeologico dell’Antica Abellinum, viene proposto un viaggio straordinario di 2.400 anni fa, alla scoperta delle eroine di Sofocle ed Euripide, portatrici di un profondo vissuto metaforico. Antigone, Elettra e Medea: l’intimo dissenso della modernità, di Sarah Falanga. Antigone, Elettra e Medea si affrontano in un immaginario, serrato contraddittorio. Sono emblemi sempre attuali di giovani donne in lotta contro il po
[continua a leggere]

015 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La Basilica superiore: sepolcro Santomango e affresco Madonna dell’umiltà #laculturanonsiferma ultime
  Sepolcro Santomango Sulla parete meridionale del transetto, verso l’abside minore, si trova il monumento funebre del nobile salernitano Tommaso Santomango, vescovo di Capaccio, morto nel 1382. La cassa, ricavata da un sarcofago romano rilavorato, è retta da colonnine e decorata dalla immagine centrale della Madonna del melograno o del Granato, la cui venerazione era molto diffusa nell’area pestana. La copertura, secondo la consuetudine è composta dalla lastra marmorea con la scultura del defunto giacente. Aff
[continua a leggere]

015 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La Basilica superiore: sarcofago romano Trionfo di Bacco e arco musivo di Matteo D’Ajello #laculturanonsiferma ultime
  Sarcofago romano Trionfo di Bacco Sulla parete meridionale del transetto, verso la navata destra è collocato un importante sarcofago romano. Secondo la tradizione locale sarebbe il sepolcro di Matteo d’Aiello. Da un punto di vista iconografico il sarcofago rappresenta sul fronte principale la Vittoria di Dioniso in India. Il dio, giovane e imberbe, è raffigurato sul lato destro seduto in trono con una pantera ai suoi piedi. Davanti si snoda il corteo degli sconfitti, che viene aperto dal re che si umilia in gi
[continua a leggere]

014 settembre 2020 - Costiera Amalfitana "Re Fiascone: il pomodoro ritrovato" ultime
Riuso e rigenerazione dei paesaggi culturali terrazzati in abbandono attraverso modelli di economia circolare Re Fiascone: il pomodoro ritrovato Costiera Amalfitana   Il progetto Re Fiascone è nato nel 2015 allo scopo di salvare dall’estinzione un’antica biodiversità locale, un pomodoro da conserva di eccellenza, attraverso una collaborazione tra i contadini custodi della Costiera amalfitana, ed in particolare della vallata di Tramonti, per dare supporto all’agricoltura del paesaggio terraz
[continua a leggere]

011 settembre 2020 - SALERNO - Cattedrale di san Matteo. Lapide Manfredi per il porto #laculturanonsiferma ultime
  Sulla parete meridionale del transetto a lato della cappella delle Crociate è collocata, da secoli, una importantissima lapide che ricorda la costruzione del porto di Salerno nel 1260 ad opera di Giovanni da Procida con il consenso del re Manfredi:  Anno Dom. MCCLX Dominus Manfridus magnificus Rex Siciliae, Domini Imperatoris Friderici filius interventu Domini Johannis de Procida magnifici civis Salerni, Domini insulae Procidae, Tramontis, Gaiani et Baroniae Pistilionis ac ipsius Domini Regis socii et familiarii- hunc por
[continua a leggere]
964 notizie presenti.

Pagine - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 »»

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Funzionari di zona
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino. Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it
Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2022 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata  
Sviluppo sito sino al 2014 a cura di dal 2015 -->Giancarlo Buzzanca - DG-OR