Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  


SALERNO - Cattedrale di san Matteo. La Basilica superiore: Cappella del Tesoro #laculturanonsiferma


cattedrale san matteo 49 paradiso salernitano

 

Attraverso una porticina all’interno della sacrestia si accede alla Cappella del Tesoro, in origine detta anche delle Reliquie o Reliquiario. Il termine tesoro, infatti, è riferito non tanto ai preziosi quanto ai resti dei santi. Da questo punto di vista, probabilmente, è uno dei posti più sacri dell’intera cattedrale.
Come la sacrestia fu portata a termine dall’arcivescovo Cervantes alla metà degli anni Sessanta del Cinquecento. Essa è costituita da un piccolo ambiente molto raccolto di soli 36 metri quadri, fornito in origine di un’abside centrale, chiusa successivamente nella parte bassa a formare un grande armadio contenitore. 

Nel 1730 fu dipinta la volta raffigurante Il Paradiso salernitano, con le immagini dei santi che hanno avuto relazioni con la città di Salerno. Si possono individuare oltre a San Matteo anche i tre martiri Caio, Fortunato ed Anthes, santa Caterina d’Alessandria, san Tommaso d’Aquino, per citarne alcuni. Le pareti, invece, sono decorate con quadrature architettoniche, soprattutto colonne e finestre con vasi, che consentono una dilatazione visiva dello spazio. L’autore è il pittore beneventano Filippo Pennino, attivo nell’area salernitana nei decenni centrali della prima metà del XVIII secolo.

Nel locale e negli armadi laterali sono state sistemate le statue d’argento e i reliquiari, mentre ammassati nell’armadione centrale è stato collocato il grande baldacchino per le Quarantore donato da mons. Alleva nel 1825.

Antonio Braca, Guida illustrata alla Cattedrale di San Matteo, 2018 by Opera edizioni, Salerno

Fotografia Vincenzo D’Antonio

 



« Torna a tutte le notizie

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino. Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it
Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2021 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata  
Sviluppo sito sino al 2014 a cura di dal 2015 -->Giancarlo Buzzanca - DG-OR