Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  





Tutte le notizie
030 marzo 2020 - NOCERA SUPERIORE (SA) #laculturanonsiferma. La tomba 32 di Nocera Superiore (Sa), necropoli in località Pareti. ultime
oinochoe     Alla fine del VI sec. a.C. nella valle del Sarno si assiste allo sviluppo di centri urbani, probabilmente in corrispondenza di abitati già caratterizzati da un forte potere di coesione rispetto al territorio circostante. È questo il caso di  Nocera, il cui nome osco, Noukeria, lascia già trasparire i caratteri di città nuova. All’interno della città le élites indigene proclamano la propria autonomia culturale, pur stringendo vincoli di ospitalità con i G
[continua a leggere]

029 marzo 2020 - SALERNO - La Medicina rivelata: Il Virtuale della Scuola Medica Salernitana. #MuseumFromHome #iorestoacasa ultime
  Il Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana è alloggiato nell’antica chiesa di San Gregorio. Esso nasce dalla trasformazione ed ampliamento dell’originario Museo Didattico della Scuola Medica Salernitana realizzato nel 1993 dalla allora Soprintendenza B.A.A.A.S di Salerno ed Avellino.  Il Museo è stato riaperto nel dicembre 2009 con un nuovo progetto museale ed un allestimento interattivo e multimediale, mutando la denominazione in Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana dalla Soprinten
[continua a leggere]

029 marzo 2020 - SALERNO - Pittura parietale a San Pietro a Corte a Salerno tra il XII ed il XIII secolo. #artyouready #emptymuseum ultime
  L’attuale complesso longobardo di San Pietro a Corte ubicato nel centro storico di Salerno documenta la cappella del palazzo del duca Arechi II che nel 774 assume le insegne di princeps gentis langobardorum.  La cappella palatina, dedicata in origine ai Santi Pietro e Paolo, definita ecclesia maior  è impiantata, in origine, sul perimetro di un antico frigidarium rettangolare di un complesso termale del I-II secolo d.C . L’area, successivamente, si evolve in chiesa e sepolcreto dal V al VII secolo ed in
[continua a leggere]

029 marzo 2020 - NOCERA INFERIORE (SA) Il fascino di un genio. #laculturanonsiferma #artyouready ultime
      A Cinquecento anni dalla morte, 1520, i capolavori esposti alle scuderie del Quirinale, celebrano la magnificenza di quel Raffaello d'Urbino di cui la grande madre Natura temette d'esser vinta. Così si legge sulla tomba dell'urbinate al Pantheon. Una celebrazione straordinaria in onore al protagonista della storia dell'arte, all'artefice della bellezza e dell'armonia, all'artista del gusto e della maestosa chiarezza dello spirito umano. Raffaello ha saputo ispirare genera
[continua a leggere]

029 marzo 2020 - VALVA (SA) Villa d'Ayala di Valva. #iorestoacasa #laculturanonsiferma ultime
    La Villa dei Marchesi d’Ayala di Valva e l’annesso parco sorgono nel Comune di Valva, in provincia di Salerno, alle pendici del Monte Marzano.Il parco della villa, delimitato interamente da mura, ha un’estensione di circa 17 ettari e il suo disegno attuale è riconducibile ad una realizzazione del XVIII secolo. Esso si configura come un bosco caratterizzato dalla presenza di alberi misti tra cui, principalmente, lecci, castagni ed aceri. È attraversato da viali pressoché rettilinei a
[continua a leggere]

027 marzo 2020 - PAESTUM (SA) #iorestoacasa Il piatto da pesce ultime
  Il piatto da pesce a figure rosse, restituito alla Soprintendenza di Salerno in seguito a un sequestro effettuato in Campania da parte del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri di Cosenza, è prodotto di eccezionale pregio della bottega del ceramografo Assteas, attivo a Paestum nel IV sec.a.C. In questo video i pesci dipinti sul piatto prendono vita, nuotano in un immaginario spazio marino e infine riprendono la posizione assegnata loro in antico da Assteas; allo stesso modo i partecipanti al simposio, la bev
[continua a leggere]

027 marzo 2020 - BUCCINO (SA) L’Antica Volcei: dell’archeologia e della continuità. #laculturanonsiferma ultime
Il documentario racconta la storia di un territorio in cui la riscoperta delle profonde radici culturali della comunità fu la reazione ad una crisi indotta dal terremoto del novembre 1980. Tale riscoperta fu opera dell’archeologia che attraverso la tutela dei siti riuscì a riportare alla luce il filo della continuità che legava le persone al loro passato e a quello del loro territorio. VIDEO  
[continua a leggere]

025 marzo 2020 - ROCCA SAN FELICE (AV) Porta dell’inferno nella Valle d’Ansanto. La Mefite di Rocca San Felice (AV) #ioleggoDante ultime
  È de l'Italia in mezzo e de' suoi monti una famosa valle, che d'Amsanto si dice. Ha quinci e quindi oscure selve, e tra le selve un fiume che per gran sassi rumoreggia e cade, e sì rode le ripe e le scoscende, che fa spelonca orribile e vorago, onde spira Acheronte, e Dite esala. In questa buca l'odïoso nume de la crudele e spaventosa Erinne gittossi, e dismorbò l'aura di sopra. (Virgilio, Eneide / libro settimo / vv. 563-571 / traduzione di Annibal Caro.) Nella Valle
[continua a leggere]

024 marzo 2020 - ASCEA (SA) Velia, anni trenta. #laculturanonsiferma ultime
"don Amedeo" decide di iniziare uno scavo archeologico per mettere in evidenza le strutture del tempio su cui poggia la vecchia torre aragonese conosciuta come castello a mare della Bruca. Appare immediatamente difficile trovare braccianti, soprattutto perché il lavoro da fare sembra a questi molto strano e a volte si rifiutano. Certo, c'è da scavare con pale e picconi ma poi bisogna raccogliere inutili cocci di ceramica da pulire e conservare manco fossero patate; la forza lavoro di tanti uomini, a questi, sembra si
[continua a leggere]

024 marzo 2020 - MINORI (SA) - Archeologia narrata: la villa romana di Minori nel I sec. d.C ultime
  La maratona continua: la cultura non si ferma. Ogni  giorno nuovi  video dai #museiitalianiIl primo impianto della villa romana di Minori (Sa) risale all'inizio del I sec. d. C. Il complesso marittimo è realizzato sulla base di un progetto che, adattandosi al pendio naturale del fondo valle, disponeva la struttura su terrazze degradanti verso il mare. Della villa, costruita su due livelli, si conserva attualmente il corpo centrale su entrambi i piani. Il livello inferiore è diviso in due nuclei da un
[continua a leggere]
754 notizie presenti.

Pagine - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 »»

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2019 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata