Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
 Home   Cerca   Mappa   Contatti   Supporto alla navigazione
Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino  





Ufficio stampa

L'Ufficio Stampa cura l'informazione, la diffusione dei programmi delle iniziative della Soprintendenza e i rapporti con gli organi di stampa.

Effettua il monitoraggio dell'informazione sul territorio e predispone la rassegna stampa, con particolare riferimento agli argomenti che riguardano l'Amministrazione.

Promuove iniziative d'informazione istituzionale, cura l'immagine della Soprintendenza.


Responsabile
dott. Michele Faiella

Per informazioni:
tel 089 318120

sabap-sa.stampa@beniculturali.it

 

Amalfi, inaugurata la restaurata fontana di Sant’Andrea. Articolo di stampa tratto da RADIO ALFA del 30 novembre 2018 a cura di Pino D'Elia.

30 novembre 2018

 

Alla vigilia di Sant’Andrea, festa patronale ad Amalfi, ieri pomeriggio è stata inaugurata la storica fontana dedicata proprio al santo di Amalfi sottoposta a restauro e impreziosita di un nuovo impianto di illuminazione. L’opera è il simbolo della città della Divina Costa insieme al maestoso duomo dedicato all’apostolo.

La fontana quindi è stata restituita alla comunità in tempo per la celebrazione della festa di questo 30 novembre.

“In questo monumento rivivono tutte le tradizioni e le fedi degli amalfitani. Siamo felici di averlo restituito alla città in tutto il suo splendore”, ha dichiarato il sindaco Daniele Milano che ha voluto ringraziare l’assessore ai beni culturali Enza Cobalto.

La fontana di Sant’Andrea è stata interessata da lavori di restauro per circa due mesi mantenendo aperto un cantiere nel centro della piazza bella ed affollata. Un intervento quindi laborioso e delicato eseguito sotto l’occhio attento della Soprintendenza di Salerno e in particolare della storica dell’arte Lina Sabino.

La fontana di di Sant’Andrea, nota anche come fontana del Popolo, risalente al XVI secolo, ripropone in una forma semplificata i canoni barocchi espressi in esempi più complessi dalle coeve fontane del parco di Capodimonte. La statua del santo protettore di Amalfi, raffigurato con la croce del martirio, si erge al di sopra di un basamento intorno al quale sono collocati quattro angeli-puttini alati con grandi pesci che fanno fuoriuscire dalla bocca getti d’acqua.

 

Articolo di stampa tratto da RADIO ALFA del 30 novembre 2018 a cura di Pino D'Elia.







« Torna a tutti i comunicati del 2019

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE 1
Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana
Facebook
Sito Unesco: Costiera Amalfitana
SERVIZI EDUCATIVI SABAP
ART BONUS
Portale dei corsi
DEMOETNOANTROPOLOGIA



   Home |  Cerca |  Mappa |  Contatti |  Supporto alla navigazione  

Valid HTML 4.01 Transitional     

Sviluppo sito sino al 2014 a cura di
dal 2015 Giancarlo Buzzanca - Area sviluppo applicazioni web/informatiche, sicurezza informatica DG-OR

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino: Palazzo Ruggi d'Aragona, via Tasso ,46 - Avellino: Carcere Borbonico, Via Dalmazia
http://www.ambientesa.beniculturali.it - Contenuti a cura della Redazione del sito - Copyright 2007-2018 Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio SA - AV - Disclaimer - Area riservata